società civile

In Tanzania, l’AICS sostiene 4 progetti di organizzazioni della società civile, attraverso un contributo totale complessivo di circa €5,3 milioni:

  1. Promuovere un lavoro dignitoso, diritti e dignità per le lavoratrici domestiche – emPoWeReD (AID 012590/04/6) Questo progetto, gestito da Comunità Volontari per il Mondo (CVM), si prefigge come scopo il miglioramento del livello di formazione professionale della categoria delle lavoratrici domestiche in Tanzania, per incrementare la loro capacità di rivendicare i propri diritti e uscire dall’informalità lavorativa. La durata complessiva del progetto è di 36 mesi e coinvolgerà un totale di oltre 150.000 beneficiari.
  2. KISIMA - Rafforzamento del servizio idrico nei distretti di KIteto e SImanjiro, Regione Manyara (Tanzania). L’intervento (AID 11902), sotto la direzione dell’Istituto OIKOS, ha l’obiettivo di garantire e aumentare l'accesso equo e sostenibile ai sistemi idrici e ai servizi igienico-ambientali nei distretti di Kiteto e Simanjiro, anche con l'obiettivo di rendere autonoma la popolazione nella gestione della rete idrica. In quest'ottica, interviene per rafforzare le cooperative comunitarie di gestione dell'acqua. Un’attenzione particolare è rivolta alle condizioni igienico-sanitarie dei più giovani: nelle scuole target si stanno costruendo 59 latrine accessibili per le persone con disabilità.
  3. No one left behind: diritti e accessibilità ai servizi scolastici e riabilitativi dei minori con disabilità nel distretto di Iringa, in Tanzania (AID 11901). L’iniziativa mira a intervenire sulle cause dell'esclusione e discriminazione delle persone con disabilità, e si sviluppa su tre assi principali: 1) la formazione delle risorse umane impiegate delle scuole e dei centri diurni di Iringa; 2) l'accessibilità delle strutture scolastiche; 3) la promozione di una cultura inclusiva nelle comunità, nelle associazioni delle persone con disabilità e nelle istituzioni locali. L’ente esecutore è IBO Italia.
  4. Nutrendo il futuro: Intervento integrato in agricoltura, salute, nutrizione a supporto dei primi mille giorni di mamme e bambini a Iringa e Njombe (AID 11900). L'iniziativa, gestita da CEFA, promuove il contrasto alla malnutrizione attraverso interventi in ambito agricolo, sanitario e nutrizionale, con l’obiettivo di migliorare lo stato di salute e nutrizionale delle comunità residenti nelle regioni di Iringa e Njombe ed in particolare quello di mamme e bambini, dal momento che queste aree sono caratterizzate da alti tassi di malnutrizione infantile. Con l'obiettivo di rafforzare la sicurezza alimentare sul territorio e garantire una migliore nutrizione, l'iniziativa interviene per promuovere l'agricoltura sostenibile.