Sviluppo Urbano e Infrastrutture

In questo settore, AICS è impegnata nel miglioramento delle infrastrutture del Paese attraverso una strategia multisettoriale (insediamenti informali, educazione, sanità, settore idrico e gestione dei rifiuti). Tra i programmi principali che vedono il coinvolgimento italiano, si trovano:

  1. Programma di Conversione del Debito. Denominato KIDDP (Kenya Italy Debt for Development Programme), avviato nel gennaio 2007, rappresenta per il Kenya una best practice nell’ambito della cooperazione tra i due paesi ed è finalizzato alla conversione in progetti di sviluppo di parte del debito contratto dal Governo del Kenya verso il Governo italiano. Il valore complessivo del debito soggetto a procedura di conversione ammonta a 42.913.028,56 Euro e 1.364.282,07 Dollari statunitensi su un totale di 126 iniziative. Le risorse messe a disposizione dal Programma sono volte a sostenere il Paese nella sua crescita economica, in conformità con le politiche nazionali di lotta alla povertà nei settori idrico, sanitario, educazione e sviluppo urbano, per un periodo di dieci anni. Nel settore idrico, il programma ha mobilizzato 27 milioni di Euro a sostegno di interventi finalizzati ad aumentare la disponibilità e l’accesso a fonti di acqua potabile, finanziando fino a questo momento 55 progetti, localizzati specialmente nelle zone aride e semi-aride del Paese. È stata supportata la costruzione di nuovi sistemi idrici (prese d’acqua o sorgenti sotterranee, impianti di depurazione, cisterne e potenziamento di impianti esistenti) al fine di distribuire l’acqua anche nelle zone fino ad allora prive d’accesso, nonché ammodernate strutture già esistenti, raggiungendo in totale una popolazione stimata di 450.000 persone.

  2. Programma di Rigenerazione degli insediamenti informali del Kenya KISRP. Il programma di Rigenerazione degli insediamenti informali del Kenya, approvato a novembre del 2021 dal Comitato Congiunto, riprende l’approccio progettuale e gestionale consolidato attraverso gli oltre dieci anni del programma di conversione del debito Kenya-Italia. L'iniziativa intende migliorare l'accesso ai servizi di base all'interno e all'esterno degli insediamenti informali delle contee target, promuovendone lo sviluppo economico e la sicurezza. Si tratta di un'iniziativa pilota che potrà essere replicata in altre contee. I tre assi principali di intervento sono i) l’organizzazione delle comunità di residenti delle tre baraccopoli, ii) la ricognizione e accatastamento dei terreni su cui sorgono gli insediamenti e iii) la riqualificazione e la costruzione di infrastrutture che possano migliorare la viabilità e l’accesso dei servizi al cittadino.

  3. Kajiado Integrated Sustainable Waste Management – KISWAM. L'intervento prevede la chiusura della discarica illegale di Ngong e la realizzazione di una discarica nuova e all’avanguardia, integrata ad un innovativo sistema di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi urbani con sistema “waste-toenergy” di recupero e utilizzo del biogas. Al contempo, vengono promosse la responsabilizzazione e la sensibilizzazione della comunità in tema di gestione dei rifiuti urbani.