Ruanda

Senza sbocchi sul mare, il Ruanda conta una popolazione di circa 12 milioni di persone (2017). Confina con la Repubblica Democratica del Congo e con Tanzania, Uganda e Burundi. Attraverso il sostegno della comunità internazionale, il Paese ha realizzato importanti riforme economiche e strutturali che hanno sostenuto i suoi tassi di crescita economica nell'ultimo decennio. Questa crescita è stata accompagnata da sostanziali miglioramenti degli standard di vita, con un calo di due terzi della mortalità infantile e l'imminente raggiungimento della frequenza universale alla scuola elementare. Una forte attenzione del Governo al miglioramento delle politiche nazionali ha significativamente contribuito all'accesso ai servizi e al miglioramento degli indicatori di sviluppo umano. Il tasso di povertà è sceso dal 44% (2011) al 39% (2014), mentre la disuguaglianza misurata dal coefficiente di Gini si è attestata a 0,45 (2017).

In questo contesto, il Paese ha messo in atto meccanismi di attuazione per il raggiungimento dei propri obiettivi di sviluppo a lungo termine. Negli ultimi 10 anni ha portato avanti due strategie quinquennali per lo sviluppo economico e la riduzione della povertà (Economic Development and Poverty Reduction Strategies, EDPRS) progettate per aiutare il Paese a realizzare il piano previsto dalla Vision 2020. Parallelamente, è in fase di predisposiozione una Strategia nazionale per la trasformazione (National Strategy for Transformation, NST),  successore del EDPRS per il periodo 2018-2024, che si concentrerà sulla trasformazione economica, sociale e governativa nell'attuazione della futura programmazione di sviluppo Vision 2050.